Tu sei qui

Zone a rischio di esplosione: la manutenzione degli aeromobili negli Hangar

Mercoledì, 17 Aprile 2019 PDF icon Zone a rischio di esplosione: la manutenzione degli aeromobili negli Hangar
1. Premessa
 
Spesso si pensa che le apparecchiature progettate per l’impiego in ambienti con pericolo di esplosione siano esclusivamente destinate ad essere installate nelle raffinerie e piattaforme di esplorazione o estrazione del grezzo. In realtà, analizzando
 
2. Gli aeromobili
 
Nel mercato mondiale del trasporto aereo esistono diverse compagnie di trasporto che utilizzano mezzi di movimentazione passeggeri e/o merci tecnologicamente avanzati per poter effettuare trasporti con il massimo confort e il minor costo di gestione.
 
Tuttavia, proprio per l’elevata qualità tecnologica, gli aeromobili necessitano di costante manutenzione, al fine di garantire, come costante, la massima sicurezza per le persone nel tempo di vita previsto per l'aeromobile.
 
3.

Tipologie di combustibili fossili e non fossili e la crescita della domanda di Gas naturale liquefatto

Mercoledì, 20 Marzo 2019 PDF icon Tipologie di combustibili fossili e non fossili e la crescita della domanda di Gas naturale liquefatto
Il Gas Naturale, nell'ultimo secolo, è diventato uno dei carburanti più diffusi sulla terra, ma è altrettanto a tutti noto che il cambiamento climatico è una conseguenza derivante dall’impiego di combustibili fossili, tra i quali è annoverato anche il Gas Naturale.
 
I combustibili si distinguono in diverse categorie di prodotto base quali:
 
• Gas Naturale Liquefatto 
GNL, acronimo di Gas Naturale Liquefatto o come comunemente conosciuto a livello internazionale LNG, dall’inglese Liquid Natural Gas, viene prodotto con un processo di raffreddamento e condensazione del gas.
 
La componente principale è il metano, con una percentuale variabile tra il 90 e il 99%, mentre la restante parte è costituita da butano, etano e propano. 
 
Il GNL, o LNG, a temperature superiori a -112°C è più leggero dell'aria e si disperde rapidamente, non contaminando il terreno.

Macchinari, Materiali e Quadri elettro-strumentali utilizzabili in impianti per la produzione alimentare

Lunedì, 25 Febbraio 2019 PDF icon materiali_macchinari_e_quadri_elettrici_per_lindustria_alimentare.pdf

Nel mondo dell’industria alimentare sussistono molteplici problematiche legate sostanzialmente alla sicurezza igienica delle postazioni produttive lungo tutta la filiera concorrente alla produzione e al confezionamento dei prodotti alimentari.

Per questo motivo, viene prestata la massima attenzione alla scelta ed impiego di materiali e apparecchiature che saranno impiegati nel il ciclo produttivo, dalla costruzione alla gestione ed alimentazione di tutte le apparecchiature e/o macchinari azionati non direttamente dall’operatore.

La certificazione “MOCA” (Materiali e Oggetti destinati ad entrare in Contatto con Alimenti) è rivolta a tutti i produttori di materiali ed oggetti che entrano a contatto con gli alimenti.

La prevenzione durante le fasi di carico e scarico combustibili nelle stazioni di rifornimento

Venerdì, 25 Gennaio 2019 PDF icon La prevenzione durante le fasi di carico e scarico combustibili nelle stazioni di rifornimento
Spesso accade che la sensibilità delle persone a certe tematiche ed eventi aumenti quando si manifestano incidenti, anche mortali, in misura proporzionale alla gravità dell’incidente.
 
I recenti eventi di cronaca ci portano ad una riflessione più che doverosa sulle attività di carico e scarico di combustibili nelle stazioni di rifornimento.  
 
A tutti sarà capitato di assistere, durante le operazioni di rifornimento della propria autovettura, al caricamento delle cisterne interrate da mezzo semovente senza prestare attenzione alle procedure messe in atto durante queste operazioni né alle prescrizioni scritte chiaramente su ogni pompa del distributore quali spegnere il motore, non fumare e non da ultimo, spegnere il telefono cellulare.
 
1.

Dispositivi di comando e controllo adatti per l’installazione in ambienti con presenza di polveri esplosive o infiammabili

Mercoledì, 12 Dicembre 2018 PDF icon Quadri elettrici adatti per l’installazione in ambienti con presenza di polveri esplosive o infiammabili

1. Premessa

La presa di coscienza delle nuove necessità di prevenzione e la costante e continua evoluzione tecnica ha portato il normatore ad analizzare più approfonditamente le problematiche correlate all’impiego di apparecchiature elettriche ed elettroniche in ambienti con presenza di polveri durante la manipolazione e lo stoccaggio.

Criteri e responsabilità negli impianti elettro-strumentali in aree classificate

Lunedì, 22 Ottobre 2018 PDF icon Criteri e responsabilità negli impianti elettro-strumentali in aree classificate
1. Premessa
 
La costante e continua evoluzione tecnica porta alla conseguente necessità di aggiornare le normative di riferimento per quanto attiene l’installazione, esercizio e manutenzione delle apparecchiature elettro-strumentali adatte per essere installate in ambienti con presenza di gas o polveri esplosive.
 
Per questi motivi è fondamentale che il progettista, il gestore e il manutentore di tali apparecchiature, abbiano tutti gli strumenti normativi sempre presenti e costantemente aggiornati, al fine di progettare e dimensionare correttamente le apparecchiature elettro-strumentali e, successivamente, di tenerle costantemente aggiornate per la sicurezza delle persone e delle cose.
 
2. Le normative in ambito Ex
 
Di seguito elenchiamo il panorama delle normative che descrivono i criteri fondamentali da adottare per la realizzazione, l’installazione e la manutenzione delle apparecchiature elettro-strumentali.

I livelli di tensione e la distribuzione dell’energia elettrica nel mondo

Venerdì, 14 Settembre 2018 PDF icon I livelli di tensione e la distribuzione dell'energia elettrica nel mondo
1. Premessa
 
Il motore del mondo è l’energia elettrica, sia essa prodotta dal petrolio, dal gas, dallo scorrimento dell’acqua (cascate con dighe e relative turbine), dall’eolico, dal fotovoltaico, dalla combustione fossile (carbone e carbon fossile) o da fonti rinnovabili (biogas o biomasse). 
 
La scoperta dell’energia, pulita o meno pulita, ha cambiato la vita e le abitudini delle popolazioni, stravolgendo di fatto l’organizzazione della società in tutti i suoi aspetti, sino a generare possibili conflitti fra stati, quali ad esempio accordi o embarghi finalizzati a blocchi sull’esportazione di petrolio o di carbone da parte di nazioni forti verso nazioni deboli o con sistemi di regime totalitario. C’è chi investe per incentivare le fonti rinnovabili e chi rimane ancora ancorato (per necessità e per economia) al carbone, così come ci sono nazioni che investono sul trasporto del gas, quale fonte di produzione alternativa.
 
2.

La segnalazione degli ostacoli aerei

Giovedì, 19 Luglio 2018 PDF icon La segnalazione ostacoli aerei
1. Premessa
 
Vengono comunemente definite come “Ostacoli al volo” le costruzioni verticali quali costruzioni di dimensioni elevate, elettrodotti, ripetitori di antenna, sostegni, camini, generatori eolici, teleferiche, funi tese e infrastrutture simili che superano una determinata altezza dal suolo. Gli ostacoli al volo sono suddivisi in:
  • ostacoli verticali con altezza dal suolo uguale o superiore a 60 metri, se situati nei centri abitati e con altezza dal suolo uguale o superiore a 15 metri, se situati fuori dai centri abitati. 
  • ostacoli lineari con altezza dal suolo uguale o superiore a 15 metri, costituiti da elettrodotti con tensione superiore a 50 kV (indipendentemente dall'altezza dal suolo) e tutti gli ostacoli con altezza dal suolo inferiore a 15 metri, situati fuori dai centri abitati, aventi una particolare ubicazione e non facilmente riconoscibili.
 
2.

Dai silos di grano all’industria alimentare e tessile: l’esplosività spesso mascherata delle polveri

Giovedì, 19 Aprile 2018 PDF icon Dai silos di grano all’industria alimentare e tessile: l’esplosività spesso mascherata delle polveri
1. Premessa
 
Le esplosioni di polveri possono avvenire in ogni attività in cui si trattano materiali solidi finemente suddivisi (metalli, sostanze organiche, polimeri, resine, carboni, legno, ecc.). La polvere può essere il prodotto finale di una lavorazione o di un processo o un sottoprodotto indesiderato. Persino sostanze molto comuni come la farina di grano, la polvere di cacao, lo zucchero a velo, il tè, il caffè, presentano un pericolo d'esplosione, spesso mascherato dal loro aspetto familiare, quando sono trattate, sotto forma di polvere, su scala industriale in processi di macinazione, trasporto, separazione, essiccamento.
Una miriade di particelle con dimensioni ridotte viene prodotta durante i processi di lavorazione, generando polvere.

L'impiego delle batterie in ambienti con rischio di esplosione

Martedì, 20 Marzo 2018 PDF icon L'impiego delle batterie in ambienti con rischio di esplosione
1. I tipi di batterie e l'evoluzione tecnica 
 
L’energia elettrica in corrente alternata prodotta da sistemi termici (centrali a carbone, ad olio ecc.) o da centrali idroelettriche è del tipo “non accumulabile” mentre quella generata in corrente continua può essere immagazzinata tramite i dispositivi denominati “Batteria”. Questo ha fatto si che si potesse disporre di energia nel tempo e di poterne fruire anche in mancanza o guasto dell’erogazione dell’energia tradizionale in corrente alternata.
 
Nelle batterie ricaricabili la carica può essere completamente ristabilita mediante l'applicazione di un'adeguata energia elettrica, con controllo di tensione/corrente. Le caratteristiche fondamentali sono:
  • la tensione ai morsetti (espressa in volt) 
  • la capacità (espressa in ampere/ora) 
  • il tempo di scarica, espresso in A/hC (dove “A” è la corrente, “h” è la capacità in ore e “C” è il numero di cicli.

Pagine