Tu sei qui

Dai silos di grano all’industria alimentare e tessile: l’esplosività spesso mascherata delle polveri

Giovedì, 19 Aprile 2018 PDF icon Dai silos di grano all’industria alimentare e tessile: l’esplosività spesso mascherata delle polveri
1. Premessa
 
Le esplosioni di polveri possono avvenire in ogni attività in cui si trattano materiali solidi finemente suddivisi (metalli, sostanze organiche, polimeri, resine, carboni, legno, ecc.). La polvere può essere il prodotto finale di una lavorazione o di un processo o un sottoprodotto indesiderato. Persino sostanze molto comuni come la farina di grano, la polvere di cacao, lo zucchero a velo, il tè, il caffè, presentano un pericolo d'esplosione, spesso mascherato dal loro aspetto familiare, quando sono trattate, sotto forma di polvere, su scala industriale in processi di macinazione, trasporto, separazione, essiccamento.
Una miriade di particelle con dimensioni ridotte viene prodotta durante i processi di lavorazione, generando polvere.

L'impiego delle batterie in ambienti con rischio di esplosione

Martedì, 20 Marzo 2018 PDF icon L'impiego delle batterie in ambienti con rischio di esplosione
1. I tipi di batterie e l'evoluzione tecnica 
 
L’energia elettrica in corrente alternata prodotta da sistemi termici (centrali a carbone, ad olio ecc.) o da centrali idroelettriche è del tipo “non accumulabile” mentre quella generata in corrente continua può essere immagazzinata tramite i dispositivi denominati “Batteria”. Questo ha fatto si che si potesse disporre di energia nel tempo e di poterne fruire anche in mancanza o guasto dell’erogazione dell’energia tradizionale in corrente alternata.
 
Nelle batterie ricaricabili la carica può essere completamente ristabilita mediante l'applicazione di un'adeguata energia elettrica, con controllo di tensione/corrente. Le caratteristiche fondamentali sono:
  • la tensione ai morsetti (espressa in volt) 
  • la capacità (espressa in ampere/ora) 
  • il tempo di scarica, espresso in A/hC (dove “A” è la corrente, “h” è la capacità in ore e “C” è il numero di cicli.

Il pressacavo barriera: sigillante modellabile (stucco bicomponente) vs sigillante auto-formante (resina bi-componente)

Venerdì, 23 Febbraio 2018 PDF icon Metodi di sigillatura del pressavano barriera
1. Premessa: la scelta del pressacavo
 
Nel concetto impiantistico è da sempre stato di primaria importanza avere una separazione fisica tra area sicura e area classificata.

L’importanza dei sistemi di anticondensa e preriscaldo nei quadri elettrici per ambienti con pericolo di esplosione

Martedì, 23 Gennaio 2018 PDF icon L’importanza dei sistemi di anticondensa e preriscaldo nei quadri elettrici per ambienti con pericolo di esplosione
Nei quadri elettrici per ambienti industriali vengono comunemente installati sistemi per la prevenzione della formazione di condensa al loro interno, formazione riconducibile allo scambio termico derivante dalle variazioni della temperatura ambiente nel passaggio dal giorno alla notte e viceversa.

I materiali costruttivi per zone classificate

Venerdì, 1 Dicembre 2017
Negli impianti chimici, petrolchimici ed, in genere, in tutte le tipologie di impianti industriali che presentano un pericolo di esplosione per la presenza di gas, in forma di nube o di polveri infiammabili, sussistono anche prodotti chimici aggressivi e dannosi che possono essere la fonte di degrado dei materiali di costruzione delle apparecchiature elettriche e non elettriche.
 
Diversi sono i materiali che vengono oggi utilizzati per la produzione di custodie, apparecchiature illuminanti, raccorderia e componenti che sono impiegati in luoghi con atmosfera potenzialmente esplosiva.
La lega di alluminio è oggi uno dei materiali maggiormente utilizzati a livello mondiale per la costruzione di custodie a prova di esplosione.

La costante di tempo del flusso luminoso nei corpi illuminanti con tecnologia a LED

Giovedì, 19 Ottobre 2017 PDF icon La costante di tempo del flusso luminoso nei corpi illuminanti con tecnologia a LED
Percentuale significativa rispetto all’emissione iniziale di flusso luminoso
 
1. Premessa
 
La continua crescita dell’illuminazione a LED sta significativamente trasformando l’industria dell’illuminazione, grazie alla capacità di fornire una gamma di milioni di colori ed effetti dinamici che l’illuminazione convenzionale non può eguagliare in termini di progetto, oltre alla miniaturizzazione delle dimensioni e alla bassa radiazione termica, che permette di poterli incorporare quasi ovunque.

L’importanza della certificazione di un laboratorio accreditato anche per le apparecchiature ‘Ex nA’ o ‘Ex nR’ destinate ad ambienti con pericolo di esplosione

Mercoledì, 20 Settembre 2017 PDF icon L'importanza della certificazione di un laboratorio accreditato
1. Premessa
 
La scelta del metodo di protezione, sia esso ‘Ex d’, ‘Ex e’ o ‘Ex nA’ o ‘nR’, avviene in funzione della mappatura impiantistica, la quale deriva dalla classificazione delle aree, in accordo alla normativa internazionale IEC 60079-10 e alla normativa comunitaria EN 60079-10.
 
Cortem Group, da quasi cinquanta anni presente sul mercato internazionale dell’antideflagrante, ha un’ampia gamma di prodotti che soddisfano le esigenze impiantistiche in accordo alle relative norme costruttive internazionali quali IEC 60079-0, 60079-1, 60079-7, 60079-15, 60079-31 ecc., così come per le analoghe norme comunitarie EN.

Progetto Nofake: nuova etichetta olografica di autenticazione per i prodotti Cortem Group

Martedì, 13 Giugno 2017

Cortem Group dal 2012 assicura la qualità e l'autenticità dei suoi prodotti e combatte la distribuzione illegale di imitazioni e falsificazioni sul mercato internazionale con il Progetto Nofake.

Questo progetto prevede l’applicazione, su tutti i prodotti, di un’etichetta di sicurezza non riposizionabile (tamper-evident) con un codice univoco di autenticazione del prodotto. Dopo una prima ispezione visiva, è infatti possibile controllare on-line sul sito Cortem Group la validità del codice alfanumerico univoco riportato sull'etichetta.

Le tecnologie usate nella realizzazione delle etichette le rendono impossibili da riprodurre grazie all’utilizzo dei più moderni materiali anticontraffazione e dei più avanzati protocolli di sicurezza per le comunicazioni on-line.

Un ulteriore elemento di sicurezza è rappresentato dal periodico aggiornamento dell’etichetta, sia come materiali, sia come tecnologia di processo. 

L'utilizzo dei LED negli ambienti a rischio di esplosione: evoluzioni, capisaldi e vantaggi di una tecnologia in continuo divenire

Martedì, 13 Giugno 2017 PDF icon L'utilizzo dei LED negli ambianti a rischio di esplosione, evoluzioni capisaldi e vantaggi

1. La protezione “op is” safe optical radiation e il rischio fotobiologico

Come abbiamo già avuto modo di constatare in precedenti trattazioni, il LED (Light Emitter Diode) ha di fatto rivoluzionato il modo di concepire e produrre i corpi illuminanti destinati ad essere installati in ambienti con con pericolo di esplosione per la presenza di gas o polveri, con la conseguente necessità, da parte dei costruttori, di rinnovare completamente la gamma costruttiva. 

Cortem Group ha iniziato da diversi anni la progettazione di corpi illuminanti a LED e prosegue costantemente nella ricerca di soluzioni sempre più performanti, attenta ai nuovi dettami in termini di sicurezza e nel pieno rispetto delle normative specifiche per ambienti con pericolo di esplosione.

Cortem Group certifica le proprie custodie installate nel sistema “Hook release controller HRC” per i moderni sistemi di ormeggio

Venerdì, 26 Maggio 2017
Cortem Group ha certificato l’apparecchiatura ‘Hook release controller HRC’, dispositivo per il controllo di sgancio costituito da un’unità di controllo e da 1 a 4 attuatori alloggiati in custodie serie EJB-45 realizzate in alluminio o acciaio inox. Gli attuatori azionano da 1 a 4 controlli push-pull.
 
I sistemi di sgancio rapido (Quick Release Hook) sono la base dei moderni sistemi di ormeggio per le navi FPSO: consentono di fissare in modo sicuro le linee di ancoraggio e di rilasciarle in modo facile e veloce.
 
Sono progettati per i porti commerciali in alternativa ai dissuasori e sono in grado di migliorare la sicurezza e l'efficienza delle operazioni di attracco a costi ridotti.
 
 

Pagine