Tu sei qui

Giovedì, Febbraio 27, 2020

Cosa si intende per massima temperatura superficiale e quale può essere la massima temperatura superficiale consentita per un corretto funzionamento delle apparecchiature in presenza di gas, senza causare esplosione per il solo superamento della temperatura?

Per temperatura superficiale si intende la temperatura rilevabile sulla superfice esterna delle apparecchiature, un valore che il progettista dell’impianto deve considerare attentamente nella scelta della Classe di temperatura.

La temperatura massima superficiale di un’apparecchiatura non deve raggiungere mai, anche in condizioni di guasto, la temperatura di accensione della sostanza presente nell’atmosfera pericolosa.

Questo valore viene normalmente riportato nella targa di certificato, dove per i Gas viene riportata la Classe di temperatura “T…”, mentre per le Polveri viene riportata la temperatura T…°C.
 
Per le zone con presenza di gas, le apparecchiature o i materiali sono suddivisi in Classi di temperatura quali:
 
  • T6 per max. temperatura di +85°C (classe di temperatura accettabile T6)
  • T5 per max. temperatura di +100°C (classe di temperatura accettabile T5-T6)
  • T4 per max. temperatura di +135°C (classe di temperatura accettabile T4-T5-T6)
  • T3 per max. temperatura di +200°C (classe di temperatura accettabile T3-T4-T5-T6)
  • T2 per max. temperatura di +300°C (classe di temperatura accettabile T2-T3-T4-T5-T6)
  • T1 per max. temperatura di +450°C (classe di temperatura accettabile T1-T2-T3-T4-T5-T6)
Tutte le Classi di temperatura con numero superiore sono ridondanti su quelle con numero inferiore.
 
Per un maggiore approfondimento, leggi la "Guida al mondo Ex"