La marcatura dei pressacavi serie REV, REVD con etichette adesive trasparenti

Nel corso della progettazione della nuova gamma di pressacavi serie REV e REVD in diversi materiali (ottone nichelato, acciaio zincato e...

Nel corso della progettazione della nuova gamma di pressacavi serie REV e REVD in diversi materiali (ottone nichelato, acciaio zincato e acciaio inox), abbiamo voluto introdurre una tipologia di marcatura standard che ci permettesse di migliorare l’identificazione precisa del prodotto da parte dell’installatore: il tipo di materia prima impiegata per la produzione, la misura esatta del componente, il tipo di filettatura nonché naturalmente i dati di certificazione.

Il nostro obiettivo è stato quello di puntare alla migliore qualità della marcatura tenendo sempre ben presente la conformità alla normativa vigente. La norma tecnica relativa ai pressacavi (CEI EN 50262) prevede l’etichetta adesiva tra le possibili forme di marcatura. Noi l’abbiamo scelta come soluzione più idonea per poter riportare in modo chiaro e facilmente leggibile tutte le informazioni necessarie.

L’etichetta adesiva si è rivelata, inoltre, la soluzione in grado di superare egregiamente tutti i test che abbiamo svolto in laboratorio: cicli d’invecchiamento, resistenza a caldo e freddo, prove in ambiente caldo umido, prove con getti d’acqua test IP X6 e immersione IP X7, corrosione in nebbia salina.

La qualità dell’etichetta adesiva, concepita appositamente per utilizzo in zone gravose, è, inoltre, comprovata da anni di utilizzo sul campo su una molteplicità di altri prodotti Elfit e Cortem come armature illuminanti, cassette di derivazione, quadri, prese e spine e operatori di comando e segnalazione come pulsanti, selettori o pulsanti a fungo di emergenza. Questi prodotti sono abitualmente installati negli ambienti climatici più svariati, dagli impianti petroliferi situati nei più aridi deserti del Medio Oriente, fino ai giacimenti di petrolio off-shore nelle acque del Mar Caspio. Tutti i più grandi produttori del settore Ex, grazie alle nuove tecnologie in tema di targhette adesive, si stanno velocemente spostando verso l’etichettatura adesiva dei prodotti.

Il materiale utilizzato per le nostre etichette, prodotto da un’azienda leader nel settore, è un poliestere trasparente utilizzabile in un range di temperatura estremo (-60°C +150°C). E’ resistente ai raggi UV, all’umidità e agli agenti chimici, aderisce a superfici difficili, anche se unte, ed è applicabile anche su superfici testurizzate o curve.

La marcatura è accuratamente realizzata dai ns. reparti produttivi mediante stampa per trasferimento termico. Questa tecnica, rispetto alla marcatura a tamburo o a laser, garantisce che le scritte risultino sempre indelebili.

Le etichette sono dotate di un apposito sistema anti-manomissione realizzato mediante l’aggiunta di una serie di micro tagli che fanno sì che, nel caso in cui ci sia il tentativo di manomissione, l’etichetta non rimanga integra e non sia, quindi, applicabile a un altro componente.

Siamo consapevoli che questo tipo di marcatura sia nuovo per la raccorderia antideflagrante, ma siamo altrettanto certi che, per le caratteristiche sopra esposte, sarà presto apprezzato l’impiego di questa nuova tipologia di marcatura anche nel campo dei pressacavi.

Data pubblicazione: 01-07-2014

Argomento: Approfondimento