Raffineria API di Falconara

Come abbiamo risolto l'esigenza di un’illuminazione di emergenza efficiente e di qualità, riducendo i costi energetici e di manutenzione.

Il cliente

Nata come deposito di oli minerali negli anni '30, la raffineria di Falconara Marittima è oggi, grazie alla produzione di energia elettrica e di prodotti petroliferi, un polo energetico tecnologicamente avanzato di assoluto rilievo nel panorama nazionale, certificato per la tutela ambientale ISO 14001, per la sicurezza OHSAS 18001 e per la qualità ISO 9002.

Sviluppata su una superficie di oltre 700.000 mq, ha attualmente una capacità di lavorazione di 3.900.000 tonnellate annue (circa 85.000 barili/giorno) e una capacità di stoccaggio di oltre 1.500.000 metri cubi.

La raffineria di Falconara è inoltre dotata di:

  • un sistema di spedizione via terra con una potenzialità complessiva di oltre 12.000 tonnellate/giorno
  • di un sistema di ricezione e spedizione via mare costituito da un complesso di terminali marini in grado di ricevere petroliere e superpetroliere da 1.000 fino a 400.000 tonnellate.

La sfida

Ottenere un’illuminazione di emergenza efficiente e di qualità riducendo i costi energetici e di manutenzione, soprattutto per le apparecchiature installate in zone di difficile accesso come torri e camini.

La soluzione e i risultati


A seguito di una valutazione dei costi-benefici, la raffineria di Falconara ha deciso di sostituire le armature illuminanti fluorescenti in emergenza precedentemente installate con le armature illuminanti a LED in emergenza serie FLFE-222LEF4.

I vantaggi sono notevoli in termini di durata, di costi di manutenzione ed energetici: la vita stimata di una lampada a fluorescenza è, infatti, di 10.000 ore rispetto ad una a LED che varia dalle 50.000 alle 100.000 ore.

Questo implica una significativa riduzione dei costi di manutenzione per la sostituzione dei tubi o delle apparecchiature illuminanti, attività molto complessa nelle zone di non facile accesso.

Il consumo energetico è, inoltre, molto inferiore: un consumo totale di 40W per l’armatura illuminante a LED rispetto ai 65W di quella a fluorescenza con un risparmio di 25W ad armatura.

Data pubblicazione: 03-12-2019

Argomento: Il mondo Cortem | Italia | Storie di successo | Oil & Gas